VOGLIAMOCI BENE….

10983421_852122794848388_3416106795616392586_n

Se dall’alto della mia “follia sportiva” sono oggi qui a parlavi di prevenzione e di cura del proprio corpo, credetemi, “un motivo c’è”.

Capisco che detto da me (un motore da circa 28/30km al giorno) potrebbe sembrare alquanto insolito, ma è proprio per questi eccessivi carichi di lavoro che gli Ultra Trail richiedono, (almeno secondo il mio punto di vista) che vi scriverò in breve di come ho iniziato a prendermi cura del mio corpo dando importanza a dei particolari che prima tassativamente ignoravo e di come tali attenzioni stanno giovando alle mie prestazioni ed al mio stato di salute in generale.

Due sono le figure professionali che mi stanno supportando in questo percorso.
Il Dottore Francesco Cinà (meglio conosciuto come il Dottore) titolare della Parafarmacia Don Bosco e la “mia” Massofisioterapista, Liliana Imperiale che ammalata della mia stessa “sindrome” mi comprende perfettamente.

Chiacchierando con il “Dottore” e attraverso alcune riflessioni ci siamo focalizzati su quali rischi un fisico come il mio, sottoposto a sforzi intensi, continui e prolungati potesse essere esposto e attraverso alcuni test abbiamo riscontrato un livello del ph più basso della media.

Con il termine pH si intende l’unità di misura in grado di valutare l’acidità o l’alcalinità di una sostanza. A pH 7,0 cioè esattamente a metà della scala di misurazione (0-14) si identifica come neutra, verso valori inferiori a 7,0 si trovano le sostanze acide, verso i valori superiori a 7,0 si trovano le sostanze basiche o alcaline.
Attraverso un ciclo di terapia con un integratore alcalinizzante stiamo cercando di riportare il ph del mio corpo più vicino possibile al valore “neutro”.
Personalmente ero totalmente non a conoscenza di tali problematiche, il consiglio che mi sento di dare è quello di recarvi dal vostro “Dottore” di fiducia e scambiare quattro chiacchiere in merito alla vostra attività fisica, in base alla mia esperienza personale vi posso rassicurare sulla professionalità e sulla preparazione del Dottore Cinà, poi ognuno è ovviamente libero di fidarsi e affidarsi a propria scelta.
Parlando e confrontandoci con personale qualificato possiamo “scoprire” particolari di cui ovviamente non siamo tutti a conoscenza e che possono servire a migliorare il nostro stato di salute, non solo per quanto riguarda la performance sportiva ma in generale.

Da quando i miei muscoli hanno incontrato la “ferocia” di Liliana devo ammettere che nonostante le pene che mi tocca patire durante le sue sedute, una volta indossate le scarpe da corsa le mie gambe suonano tutta un altra musica.
Liliana è la massofisioterapista “perfetta”, oltre ad essere preparata ed esperta, possiede una marcia in più in quanto essendo un atleta (una triatleta, pardon) capisce e comprende perfettamente i bisogni di cui il fisico di uno sportivo necessita.
Cosi come ho fatto in precedenza con il “Dottore” faccio lo stesso con lei.
Se volete seguire il mi consiglio rivolgetevi a loro, siete in “buone mani”
Vi ho portato solo due semplici esempi di come è possibile prendersi cura di se stessi e del proprio corpo in maniera molto semplice, il tempo impiegato in una chiacchierata o il tempo passato su un lettino per un massaggio, non è tempo sprecato in una giornata piena di altri impegni, è tempo guadagnato nel futuro per la nostra salute e per la nostra vita.

Chi vi parla è colui che fino a qualche mese fa non aveva quasi mai fatto un massaggio, che quasi mai aveva chiesto un parere medico e che si riteneva “invincibile”.. bene si puo’ essere sempre “invincibili” ma se ci prendiamo cura di noi stessi e del nostro corpo, probabilmente lo saremo per più tempo.
Già sono stato troppo saggio e quasi quasi mi preoccupo…
Ci vediamo Domenica al Trail dei Monti Sicani a Palazzo Adriano
Keep Trail …
… e riguardatevi

Ciccio! 😉

946025_10151623624116396_88467296_n

1904158_291047581042395_1584242761_n

Precedente MONTE PELLEGRINO GIOIE E DOLORI..... Successivo ECOTRAIL SICILIA, LA MIA POSIZIONE